Ready ToDo – Ottobre in semenzaio!

In un mondo che corre a 200 kmh, dove usciamo all’alba gonfi di sonno e rientriamo di notte sfatti dalle scartoffie, quando ci rendiamo conto che non abbiamo tempo neanche di bere un caffè perché dobbiamo rispondere alla e-mail che arriva sullo smartphone pure quando siamo in bagno… Siete pronti a dedicarvi ad un piccolo orto sul terrazzo?

Certo, se avete un giardino sarà ancora più semplice! Ad ogni modo, se l’idea vi stuzzica, sappiate che vi basterà trovare mezza giornata libera in questa prima settimana di ottobre per iniziare questa piccola sfida… Orto Terrazzo Abbiamo aperto dunque le porte all’autunno e l’intraprendente Naturalino ha deciso di dedicarsi giorno per giorno alle attività che serviranno per chiudere il ciclo estivo ed affrontare l’arrivo dell’inverno.

La lista è lunga, quindi rimbocchiamoci le maniche ed iniziamo!

Se non avete programmi per la mattinata o anche per il weekend, potete scegliere di dedicare qualche ora della vostra vita alla semina!

La Luna è in fase crescente, precisamente lo sarà dal 1 al 7 ottobre, questo vuol dire che da oggi abbiamo circa una settimana (senza andare oltre la Luna piena) per preparare terreno fertile per qualche verdurina, vedrete poi come ci allieterà il palato tra qualche mese!

Fare questo lavoro in un orto (per chi ha la fortuna di avere lo spazio) o farlo nei vasi del terrazzo è chiaramente diverso, di base però e in maniera proporzionata, otterremo più o meno gli stessi risultati. Il motto in ottobre è semplice: seminare ortaggi (oppure fiori o spezie) che sono di natura resistenti al freddo. La lista è varia, possiamo provare a coltivare tutto o scegliere anche solo un prodotto che ci piace o che vogliamo sperimentare, qui vi spiegheremo le due o tre regolette di base (rigorosamente confrontate con straordinari contadini e agricoltori, che da generazioni convivono con la Terra e i suoi frutti), poi scegliete voi quanto e dove applicarle!

Andiamo quindi con ordine… Cosa si può piantare in Ottobre? Ravanelli Cavoli Rucola Spinaci Lattughe Valeriana Radicchio Cicorie

ToDo…

Fase 1 SEMI e TERRICCIO

Andiamo da un rivenditore di prodotti agricoli e acquistiamo ad esempio i semi di valeriana, rucola e lattuga (si può scegliere anche solo una verdura per cominciare, ma se seminate una varietà di piante alla fine verrà fuori un’insalata più soddisfacente!). Acquistiamo anche del terriccio, buono ovviamente, se spieghiamo all’omino del negozio cosa vogliamo farne, saprà senza dubbio consigliarcene uno adatto proprio alla fase di semina. Il composto migliore di solito è quello di torba e sabbia.

Fase 2 SEMENZAIO

La prima cosa da fare è preparare i contenitori per creare il nostro semenzaio, i semi non vanno infatti piantati direttamente nei vasi o a terra, ma vanno prima fatti germogliare e una volta diventati piantine li trapianteremo in vasi più grandi o nell’orto. Questo sarà un procedimento più lungo, ma anche quello che ci dà più soddisfazione! Il semenzaio può essere creato usando dei bicchierini di plastica da caffè oppure se preferiamo (…e Naturalino lo preferisce sempre dato che così risparmia!) possiamo riciclare i vasetti dello yogurt o ancora i contenitori di cartone delle uova! semenzaio-yogurt semenzaio-uova Puliamoli per bene e pratichiamo alcuni fori sul fondo, adagiamo i contenitori in un vassoio più grande dove si raccoglierà l’acqua di irrigazione e il terriccio in eccesso.


Consiglio
Per chi ha voglia e possibilità, IKEA ha realizzato una miniserra che potrebbe essere utile per custodire un semenzaio, si chiama SOCKER e costa € 14,99.
Miniserra Ikea - Socker

Miniserra Ikea – Socker


Riempiamo i vasetti di torba e sabbia ben amalgamate, compattiamo bene e umidifichiamo in modo da rendere il composto morbido, ma non fangoso! Possiamo quindi inserire i nostri semi, a seconda dell’ortaggio che abbiamo scelto (leggiamo pure le istruzioni di interramento sulla confezione), suddivideremo ovviamente i contenitori per distinguerli e pianteremo da 2 a 5/6 semi per contenitore, a seconda della dimensione che hanno.

Di norma il seme va interrato a circa 1 cm di profondità e coperto molto bene.

Una volta preparati tutti i vasetti, posti ovviamente in un vassoio più grande che li conterrà, scriviamo su ciascuno la propria etichetta con il nome della pianta e la data, vaporizziamo con acqua e copriamo con un telo trasparente. Riponiamo tutto in un luogo luminoso e protetto, dobbiamo cercare di creare il più possibile un ambiente caldo e umido che aiuterà i nostri semi a germogliare.

“Ambiente umido” non vuol dire però lasciare dei ristagni d’acqua… controlliamo sempre che non sia “inzuppato” il terriccio!

FASE 3 RELAX E VAPO!

L’operazione “Ready ToDo” per oggi è conclusa, possiamo tornare alle nostre faccende, o al lavoro, andare fuori a pranzo o a leggere un libro… Tra circa una settimana dovremmo riuscire ad avere già i primi germogli verdi! Per circa un mesetto dobbiamo soltanto assicurarci che ogni giorno le nostre semenze abbiano la luce, il calore e l’umidità sufficienti… la Natura farà il resto! Continua… orto-balcone

Annunci

Un pensiero su “Ready ToDo – Ottobre in semenzaio!

  1. Pingback: Luna calante… è tempo di orto autunnale, anche sul balcone! | Naturalino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...