Ready ToDo Ottobre, erbacce via!

Anche oggi Naturalino è pronto, anzi è “Ready ToDo”!
In questa piacevole giornata infatti, nonostante i mille impegni, si dedicherà per qualche minuto al riassetto del balcone/giardino!

È probabile che la scorsa primavera siate stati travolti dalla voglia di piantare fiori e spezie, così da maggio (e per tutti i caldi mesi estivi) vasi e vasetti hanno fiorito e germogliato, riempendo di colori e profumi la vostra vi(s)ta e quella dei vicini di casa.

Quasi sicuramente, arrivati ormai a metà ottobre, vi troverete sotto gli occhi un’atmosfera da camposanto abbandonato. Quei boccioli rossi, gialli e arancione che prima brillavano al sole, ora chinano il capo verso terra, rinseccoliti e incartapecoriti; tristissime le api non ci vengono più a far visita, ma schifano, ronzando via, il nostro terrazzo… In preda ad un raptus potreste aver voglia di sradicare tutto e fare tabula rasa, ma attenzione!
Avete controllato in che Luna siamo?

I vecchi contadini, i nostri nonni, gli antichi saggi dicevano tutti la stessa cosa: seguiamo le fasi lunari se vogliamo dedicarci al mondo naturale!

In questi giorni la Luna è calante, lo sarà precisamente dal 9 al 22 ottobre, ed è questo il momento di occuparsi delle erbacce e dei rami secchi.
Consiglio: A proposito di estirpare… Fare la ceretta o tagliare i capelli in fase di Luna calante pare che ne ritardi la ricrescita!

Che abbiate delle piantine aromatiche, alberi o fiori, estirpare le parti che si sono seccate aiuterà a mantenere in vita la pianta il più a lungo possibile. È chiaro che, come nel caso del basilico o di alcuni peperoncini, delle volte va sradicata completamente se ha terminato il suo ciclo di vita e ce ne accorgiamo perché tutto l’arbusto, comprese le radici, sono morti.

Prima di dedicarci al relax del prossimo weekend o al lavoro, occupiamo qualche minuto nei prossimi giorni per togliere le erbacce e il “seccume” dai nostri vasi. È importante anche qui farlo in maniera rispettosa, evitare di tagliare le parti verdi, non recidere i fiori che ancora sono “vivi” e laddove vediamo che è possibile recuperare… recuperiamo!

Una piccola chicca che Naturalino ha voluto condividere infatti è il recupero dei semi di un fiore molto speciale: il Tagete!

La forza della semplicità: il Tagete.

Fiore Tagete

Fiore Tagete

Se non l’avete messo tra le vostre aiuole estive, non dovrete farvelo sfuggire il prossimo anno… il Tagete, fiorellino di origine messicana comunissimo in Italia, economico e facile da trovare, riempie di giallo e arancione i balconi della maggior parte delle nostre case. Sono le classiche piantine che troviamo a pochi centesimi di Euro al vivaio o al mercato; minuscoli si travasano e fioriscono con boccioli accesi e pieni di petali per tutta la primavera fino anche all’autunno inoltrato.

 

 

La particolarità di questo fiore non sta solo nella sua semplice bellezza, ma anche nella sua utilità!

 

Il Tagete, se piantato vicino ai nostri ortaggi o alberi da frutto, aiuterà a mantenere la terra pulita da tanti parassiti! Il suo profumo allontana insetti nocivi e cimici e le sue radici combattono larve e vermicelli che di solito intaccano gli ortaggi.

È un vero amico dei pomodori, anche per chi li coltiva in balcone…

pomotagete

Altra particolarità del Tagete è il fatto che non necessita di grande accortezza da parte nostra, fiorisce e vive bene in spazi piccoli, non per forza esposti al sole e anche se non lo annaffiamo tutti i giorni (certo è consigliato comunque averne cura… non è una pianta finta!) ed inoltre noterete che spesso accanto ad una piantina inizieranno a spuntarne delle altre da sole…

I semi del Tagete, racchiusi nei suoi fiori, una volta secchi cadendo nella terra sottostante riprendono a germogliare, ottimo motivo per raccoglierli proprio ora!

 

Vi basterà staccare il bocciolo ormai morto, i semini si presentano come tante sottili spighe scure, verranno via insieme al fiore secco. Possiamo quindi conservarli per poterli poi ripiantare!
Semi di tagete

Semi di tagete

Semi di tagete

Semi di tagete

 

Quando in primavera ci occuperemo dei pomodori in balcone, ci divertiremo anche a piantare questi semi ed a proteggere, in modo naturale, le nostre piante senza utilizzare pesticidi.

Annunci

Un pensiero su “Ready ToDo Ottobre, erbacce via!

  1. Pingback: Luna calante… è tempo di orto autunnale, anche sul balcone! | Naturalino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...