Risolto il mistero di come si mangia un melograno: spremetelo!

Che viviate in campagna o in città in questo periodo dell’anno non potete proprio ignorare un frutto straordinario che Madre Natura ci mette a disposizione: il melograno!

melograno

Utilizzatissimo nell’antichità grazie alle sue proprietà benefiche, del melograno se ne parla sin dai tempi di Ippocrate (che sicuramente qualcosina sulla salute ne sapeva…), questa “mela con i grani” originaria dell’Asia Minore, ha conquistato pian piano tutto il bacino del Mediterraneo, entrando a far parte di storie e leggende di molte popolazioni.

arc-melograno-vari

Il gusto particolare del melograno non lo rende un frutto largamente apprezzato, inoltre è scomodo da “sbucciare” e da mangiare, per via del sapore agrodolce e dei tanti semini, ma i suoi vantaggi vi assicuriamo, sono tantissimi e vale quindi la pena fare qualche piccolo sforzo…

Composto per l”80% da acqua e il restante 20% da zuccheri, proteine, fibre e pochissimi grassi, il melograno aiuta sicuramente la diuresi, apporta una buona quantità di vitamina C, potassio e fosforo. Fa molto bene alla pelle e all’apparato gastrointestinale, inoltre per chi fa sport è un ottimo dissetante naturale!

Oltre al succo estratto dai semi, del melograno si utilizza la radice come antivermifugo, la buccia, le foglie e i petali sono impiegati per decotti, infusi e per fare delle lavande. Insomma, non si butta via niente!

succo di Melograno

In rete potete trovare decine e decine di consigli anche di esperti sull’uso delle varie parti del melograno, noi che siamo semplicemente più “casalinghi”, vi proponiamo un utilizzo molto semplice: la spremuta!

Mangiare i semini può essere, oltre che scomodo, anche un problema per chi ha il colon irritabile o per i bambini, quindi se avete dei bei melograni maturi tagliateli a metà, spremeteli come si farebbe con un arancio e il gioco è fatto!

succo di Melograno

succo di Melograno

I semini che restano interi li abbiamo schiacciati col passaverdure, dopo di che abbiamo filtrato il succo ricavato e riempito un bel bicchiere.

Aggiungete al succo la stessa quantità di acqua (altrimenti può risultare un po’ troppo aspro al palato) e qualche goccia di limone per evitare l’ossidazione.

Per chi non ama i gusti troppo aspri, si può aggiungere qualche cucchiaino di zucchero grezzo (da evitare lo zucchero bianco).

Succo di melograno

Succo di melograno

Un bel bicchiere di succo di melograno appena spremuto vi disseterà tantissimo e vi darà quella carica spumeggiante necessaria in queste grigie giornate autunnali!

Secondo noi non è il caso di spremere tanti melograni e conservare poi il succo in frigo, la cosa ideale sarebbe “spremi e bevi” e questo vale anche per gli agrumi.

Buona spremuta a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...