Immaginate di essere nel 300 a.C. in una fredda notte di fine ottobre… cosa cucinereste?

In un villaggio celtico del Nord Europa le persone si preparano al passaggio stagionale più importante dell’anno, quello tra estate ed inverno che in inglese antico si chiamava Samhain.

SamhainRitual

È affascinante scoprire come tradizioni millenarie di origine precristiana giungano ancora a noi oggi, modificandosi ovviamente in base ai tempi, alle culture, alle religioni, ma mantenendo quei tratti di base che avevano ai loro albori.

Samhain, la fine dell’estate, la luce che cede il posto al buio, l’oscurità che vince sul giorno è diventato Halloween per le culture anglosassoni e la festa di Ognissanti per i cristiani.

halloween-1184x761

Qualsiasi tipo di festeggiamento preferiate, sappiate che ciò che in realtà simboleggia questo passaggio è qualcosa in realtà di molto profondo e legato alla Natura.

Non parleremo quindi di fantasmi, morti, zombie o spiriti, ma di ciò che da sempre l’uomo ha fatto in questo periodo per la propria sopravvivenza: il rispetto dei ritmi naturali, la raccolta dei frutti della terra e la loro conservazione per il lungo, lunghissimo inverno.

La morte è infatti il tema principale nella notte di Ognissanti o Halloween o Samhain (chiamatela come volete!), ma il concetto è quello di morte della Natura. Gli alberi e le piante perdono il loro verde rigoglioso, i fiori si seccano, la terra si imbrunisce, gli animali vanno in letargo, gli insetti (almeno quelli belli!) spariscono e i colori dell’estate ci lasciano per far spazio a toni più o-scuri…

foglia_acero_autunnale

Zucche, castagne, funghi, nocciole e noci. Ecco alcuni dei frutti autunnali che possiamo trovare in questo periodo e che voglio suggerirvi per un menù e delle decorazioni per la casa speciali!

Iniziate con un bel risotto colorato e decorate la tavola con barattoli, candele e frutta secca!
Castagne-decoro-tavola

Buon Samhain a tutti!

Risotto funghi e zafferano, con crema di zucca

tortino-riso

Ingredienti:

Per il risotto

200 gr di riso

2 manciate di funghi secchi

1 Lt di brodo vegetale (meglio se fatto con dado fatto in casa)

Olio

Sale q.b.

1 bustina di zafferano

(a piacere burro e Parmigiano per ultimare la cottura)

Per la crema di zucca

300 gr di polpa di zucca

Rosmarino secco

Scalogno

Olio – Sale q.b.

Preparazione

Risotto

Preparate il brodo caldo e mettete a tostare il riso in un wok con un filo d’olio. Iniziate la cottura del risotto versando poco per volta il brodo e lasciando evaporare.

Funghi

RisoCuoce

A metà cottura aggiungete i funghi che avete lasciato ammorbidire in acqua tiepida. Aggiustate di sale e a fine cottura aggiungete lo zafferano sciolto in poca acqua tiepida.

Mantecate bene il risotto e a piacere aggungere qualche fiocco di burro e una manciata di Parmigiano.

Crema di zucca

Nel frattempo che il risotto si cuoce, tagliate la zucca a cubetti e saltatela in una padella dove avrete precedentemente scaldato l’olio e lo scalogno.

zucca-cuoce

Spolverate di rosmarino e aggiustate di sale. Una volta che la zucca sarà ammorbidita, spegnete e frullate tutto al minipimer.

Stendete la crema di zucca sul fondo di un bel piatto e componete un tortino di riso con funghi a decorare… Gustate caldo!

cremazucca tortino2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...