Dentifricio e collutorio fai da te… che è meglio!

Ho sempre pensato che fosse esagerato andare a guardare ogni singolo ingrediente dei tanti (troppi) prodotti che utilizziamo quotidianamente per l’igiene personale o per le pulizie di casa. Per non parlare delle cose confezionate a cui spesso (troppo spesso) ci affidiamo per merende, snack, colazioni, pranzi e cene… porre un po’ di attenzione in più, vedrete, vi farà risparmiare in denaro e soprattutto in salute!

come-produrre-dentifricio_4f9771c40ef229a4ab727ee14829b018

Oggi ho analizzato un prodotto molto semplice e che fa parte della nostra quotidianità: il dentifricio.

Quale cosa più facile? Compro, lavo, risciacquo, ho l’alito fresco e via…

In realtà studiando con un po’ di attenzione gli ingredienti di cui si compone, nel comune dentifricio convivono una serie di sostanze assolutamente inutili per la funzione principale che dovrebbe avere, ovvero pulire i denti! Inoltre molte di esse sono purtroppo dannose se consideriamo che nell’arco della nostra vita le accumuliamo nell’organismo attraverso prodotti quotidiani e apparentemente innocui, come appunto un dentifricio.

Se non ci accontentiamo di acquistare dentifrici economici, andremo a spendere almeno 3/4 Euro per una marca decente, beh… considerate che per autoprodurlo la spesa è invece di circa 20 centesimi, gli ingredienti sono selezionati, naturali, non impattano sulla salute, né sull’ambiente.

Bene! Se non avete voglia di leggere oltre, qui trovate direttamente il video tutorial di dentifricio e del collutorio

rimedi-naturali-denti-dentifricio-green

***Attenzione***

Qui sotto invece si rivelano i significati degli ingredienti! Potreste restarne turbati 🙂

Per i più curiosi ecco un’analisi degli ingredienti di un dentifricio commerciale (prendete pure quello che avete in questo momento in bagno e confrontate!) e di uno autoprodotto, in più andiamo a scoprire uno dei tantissimi usi del Tea Tree Oil, in un colluttorio straordinario e squisito!

Dentifricio commerciale, ingredienti e significati

lavarsi_denti

Aqua, Sorbitol, Hydrated Silica, PEG-32, Zinc Citrate, Sodium Lauryl Sulfate, Aroma, Cellulose Gum, Sodium Fluorite, Triclosan, Sodium Saccharin, Eugenol, Limonene, CI 42051, CI 47005, CI 77891.

Dettaglio:

Il sorbitolo è un dolcificante, trattiene l’acqua evitando che il dentifricio si disidrati a contatto con l’aria. Sintetizzato in laboratorio per riduzione del glucosio con tetraidroborato di sodio, mentre industrialmente viene ridotto per idrogenazione ad alte pressioni o per via elettrochimica.

La sua assunzione non ha solitamente effetti collaterali, ma alte dosi o in soggetti intolleranti può provocare diarrea.

Hydrated Silica è la Silice, ingrediente naturale usato come agente abrasivo della superficie dei denti.

PEG-32: serve a mantenere uniti ingredienti che altrimenti si separerebbero. PEG significa Polyethylene Glycol e 32 ne caratterizza la struttura molecolare (32 moli di ossido di etilene).

I Polietilenglicoli (PEG) sono una classe di composti presenti nella maggior parte dei prodotti cosmetici in commercio.

Sono prodotti sintetici diffusissimi ed hanno svariati effetti tossici, (dall’irritazione sino a forti sospetti di cancerogenicità). I PEG sono estremamente inquinanti, hanno derivazione petrolifera.

Zinc Citrate è il Citrato di Zinco, sali di zinco dell’acido citrico. Svolge un’azione antiplacca. Gli studi al riguardo mostrano delle moderate preoccupazioni per il fatto che i metalli si accumulino nel corpo e se inalato è lievemente tossico. Nel complesso ha un valore di rischio di 2 su 10. Ma la domanda è… perché rischiare?

Triclosan, tra gli ingredienti più preoccupanti. È in circolazione da oltre 30 anni e inizialmente era impiegato nelle strutture sanitarie come disinfettante, soprattutto in ambito chirurgico. Ha un’azione principalmente antibatterica, ma possiede anche un certo potere antimicotico e antivirale. L’EPA (Agenzia per la Protezione Ambientale americana) classifica il Triclosan come un pesticida e lo considera una sostanza tossica per l’uomo e inquinante per l’ambiente. Da un punto di vista molecolare, il Triclosan è molto simile alle sostanze tra le più tossiche sul Pianeta. Approfondire questo argomento vi farà aprire gli occhi su molte cose…

Sodium Fluorite, fluoruro di sodio, altro ingrediente da tenere sotto controllo.

Considerate che i dentifrici contenenti tra lo 0,1% e lo 0,15% di fluoruro devono riportare obbligatoriamente dicitura «Controindicato nei bambini» in etichetta.

Il dentifricio al fluoro sembra, infatti, possa provocare danni alla salute: l’assunzione di quantità di fluoro superiori ai 2 mg al giorno causa fluorosi, rovina le ossa e i denti, causa problemi al sistema nervoso e deficit cognitivi. La legislazione vigente impone che la quantità di fluoro presente nei dentifrici non possa oltrepassare le 1500 ppm (ppm = parti per milione); quantitativo utilizzato per i soggetti adulti, mentre per i bambini si abbassa a 500 ppm.

Sodium Lauryl Sulfate (SLS), un tensioattivo, anche questo stimola molti dubbi.

Sodium Saccharin, Saccarina, è stato il primo dolcificante artificiale, è 300 volte più dolce dello zucchero. Viene chiamato E 954 nei prodotti alimentari.

CI sono coloranti.

(CI 42051) colorante sintetico di catrame di carbon fossile. Funzione: blu-violetto.

(C.I. 47005) colorante sintetico di catrame di carbon fossile. Funzione dal giallo opaco al giallo-verdognolo.

(CI 77891) Titanium Dioxide, un pigmento inorganico.

Ora… fermo restando che le quantità di queste sostanze in un dentifricio sono molto piccole, a me pare comunque assurdo ingerire per tutta la vita anche solo microscopiche percentuali di pigmenti, metalli, prodotti sintetici, tossici e pericolosi!

Quando basta avere 10 minuti di tempo per mescolare 4 ingredienti e la pazienza di sopportare un sapore un po’ meno dolce per lavarsi i denti e rinfrescare la bocca con un dentifricio e un collutorio 100% naturale… Per noi e per i bambini!

Dentifricio di Naturalino

dentifr
2 parti di Argilla bianca

1 parte di Bicarbonato

5 gocce di o.e. Menta Piperita

Aloe Vera in gel Q.B.

Collutorio di Naturalino

1 bicchiere di Acqua

6 Chiodi di garofano

1 cucchiaino di Cannela

5 gocce di Tea Tree Oil

Buon divertimento a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...